martedì 2 agosto 2016

Punk Rock Raduno Vol. 1

Una compilation in vinile come si deve, nata da e per il primo Punk Rock Raduno organizzato all’Edone di Bergamo dal 14 al 17 luglio scorso. Un pezzo a testa per un totale di 18 gruppi partecipanti.  Ci sono dentro tutti ma proprio tutti quelli che vi hanno suonato, scaldandoci e facendoci muovere il piedino e la testa su e giù durante l’intero fine settimana. La copilation è a cura di Andrea Manges e Franz Barcella patron del Raduno. Questo vinilone è’ fuori grazie alle etichette It’s Alive Records, Surfin’Ki Records, Monster Zero, a Striped Music, YeahMan Guitars, Phono Press e il T.U.P. Studio. La bellissima cover art è disegnata da Manuel Cossu, nonché batterista degli stessi Manges.
Un disco che ci fa rivivere quelle fantastiche serate bergamasche con i nostri gruppi preferiti sul palco, dove abbiamo avuto la possibilità di cantare tutti assieme le nostre canzoni del cuore, dove  con birrette alla mano abbiamo scambiato quattro chiacchiere con i tanti amici presenti, provenienti da tutta Europa e non solo. Per chi si fosse perso il Raduno questo potrebbe essere un buon modo per riviverlo, almeno in pillole. Per tutti quanti invece questa è una fantastica compilation da godere a tutto volume nel vostro impianto. W il Punk Rock Raduno, W il vinile!

Side A
1. Jimmy Vapid “Born In A Bad Mood”
2. DeeCracks “One And A Million Miles”
3. Baby Shakes “Get You Off Of My Mind”
4. The Ratcliffs “Run Little Rabbit Run”
5. Midrake “Pay For Me”
6. Tough “Locket Love”
7. Slander “Bad Weather”
8. Chixdiggit! “The Kid is Hot Tonight”
9. Sugus “I Don’t Wanna Dance”

Side B
1. The Leeches “The Party Starts Now”
2. Volkov “Homesick”
3. Mega “Minerva”
4. The Manges feat. Joe Queer “You Don’t Wanna Be Like Me”
5. Lucy And The Rats “Can’t Surf”
6. The Mugwumps “Black Magic”
7. Teenage Bubblegums “I don’t pretend”
8. Zatopeks “we wanna cruise around with you”
9. Council Of Rats “The Burden”

mercoledì 6 luglio 2016

7pollici di carta numero quattro

7pollici di carta arriva al suo quarto numero che vi terrà compagnia per tutta estate. Per un po’ ci godremo anche noi le nostre più che meritate vacanze, dopo questo primo anno di attività su carta che ci ha portato davvero tante soddisfazioni e la possibilità di conoscere tante persone competenti e appassionate. Grazie davvero di cuore a tutti quelli che hanno permesso l’uscita, la distribuzione e la divulgazione del nostro piccolo giornaletto.
Ma cosa troverete su questo numero, cari lettori?  Eccovi servito un pranzo di quelli importanti, quasi oserei dire da cerimonia o meglio ancora come quello della domenica a casa dalla nonna. Apriamo il nostro numero con un’intervista ai Teenage Bubblegums, trio punk-rock proveniente da Forlì che torna con un nuovo bellissimo disco. Si continua con uno speciale dedicato al primo Punk-Rock Raduno organizzato da Andrea Manges di Striped Music e Franz Barcella di Otis Tour dal 14 al 17 luglio presso l’Edonè di Bergamo. A sto giro ospitiamo sulla nostra carta una vignetta del bravissimo e giovanissimo fumettista cremonese Riccardo Ronchi, mentre nella rubrica culinaria Big Food vi presentiamo un tipico bacaro veneziano dove ristorarvi se capitate da quelle parti. Insomma come potete vedere un piatto davvero vario per tutti i gusti. Vi auguriamo una buona lettura e una buona estate care amiche e cari amici. Ci si rivede e ci si rilegge sempre sulle pagine di 7pollici il prossimo ottobre. 

Scarica gratis il numero tre qui: goo.gl/t0OpRr
Se vuoi lo stampi, lo pieghi in quattro e buona lettura.
Poi se ti va puoi anche condividerlo.

A presto. Gabba gabba hey!
Zet

martedì 5 luglio 2016

SPECIALE PUNK ROCK RADUNO


Otis Tours e Stripedmusic.com presentano il Punk Rock Raduno. Dal 14 al 17 luglio all’Edonè di Bergamo18 band, dj set, merch, fanzine, Filler, food and drinks.
Three Chords, No Brain.
 
Per seperne di più intervistiamo Andrea Manges che è uno degli organizzatori.
 
1)   Ciao Andrea, è un piacere averti sulle pagine di 7pollici. Ci racconti comè nata e si sta sviluppando l’idea del Punk Rock Raduno?
Grazie a voi. L’idea del raduno è nata insieme a Franz Barcella, da uno spunto che ci ha dato Manuel, il batterista dei Manges che ha inventato il nome dell’evento. Abbiamo pensato che fosse il caso di organizzare un festival che fosse aperto a tutta la scena, senza nessuno che ci mettesse sopra “il cappello”.

2)   Nei giorni del Raduno suoneranno un sacco di gruppi interessanti, italiani e stranieri. Cosa ci dobbiamo aspettare?
La partecipazione al Punk Rock Raduno quest’anno è gratuita. Ripeto, 4 giorni di gruppi punk a ingresso gratis. Chixdiggit (Canada), Baby Shakes (USA), Manges, Slander, Deecracks (Austria), Jimmy Vapid (Canada), Zatopeks (UK) e molti altri (vedi www.punkrockraduno.com)

3)   Oltre alla musica ci saranno anche il Filler, una zona merch, una fanzina e una compilation in vinile. Raccontaci tutto che siamo già gasati!
Non è facile riassumere tutto ciò che abbiamo messo insieme… e molte idee purtroppo non si sono concretizzate (…rimandate al 2017!). Di sicuro uscirà l’LP del raduno, con una canzone rara o inedita di ogni band partecipante. E la fanzine fotocopiata del raduno, nata spontaneamente grazie allo sforzo di alcuni blogger, sarà disponibile. Uno degli sponsor farà il merchandise “dal vivo” stampando le t-shirt di taglia e colore richieste al momento. Un altro sponsor porterà strumenti musicali vintage in esposizione, e ancora i ragazzi di www.ramones.world esporranno memorabilia dei Ramones. E ci sarà molto altro, calcola che lo spazio Edonè è già di per se molto ben attrezzato con ristorante, pizzeria, cocktail bar… alla sera dopo i concerti ci saranno dj set. E grazie ad un accordo con l’Ostello di Bergamo potremo stare, band e partecipanti, tutti nello stesso posto per 3 notti e ci sarà uno show acustico in ostello riservato esclusivamente a chi si prenoterà per dormire lì.

4)   E’ la prima volta che in Italia si organizza un evento del genere per il punk-rock, come vivi questa responsabilità?
Beh non esagererei.. stiamo dando il meglio per regalare alla nostra scena un evento da ricordare, magari da ripetere annualmente, al quale tutti possono contribuire. Ma ci sono molti festival importanti e ben fatti in giro. Se in future edizioni decideremo di fare almeno una serata a ingresso con biglietto potremo magari invitare band più popolari e quindi avere più pubblico.. vedremo. Intanto… divertiamoci!

Grazie per la disponibilità e in bocca al lupo per tutto. Ci si vede a Bergamo.



 

mercoledì 29 giugno 2016

Intervista ai Teenage Bubblegums

-->
Intervistiamo Ally dei TeenageBubblegums per scoprire tutto ma proprio tutto su questa fantastica band!

1) Ciao ragazzi è parecchio che non vi si sente, cosa avete combinato dopo l'uscita nel 2012 del bellissimo "Learn from yesterday,live for today, pray for tomorrow"?

Ciao Davide, dopo il 2012 siamo stati in tour un paio di volte, indimenticabili, abbiamo suonato in giro e ci siamo messi a scrivere il nuovo album. 3 anni per scrivere 16 minuti di disco. Ebbene sì, i nostri live sono veloci ma i nostri tempi sono abbastanza lunghi.

2) Questo nuovo "Days of Nothing" è una mina di disco, vi rappresenta appieno ma si sente che qualcosa è cambiato. Ce ne volete parlare?

Eh, tocchi un tasto dolente. Sono cambiate davvero tantissime cose. Abbiamo abbandonato il concetto di love songs nel gruppo ma anche nella vita e ci siamo incupiti. L’amore è una cosa del passato.

3) I vostri live sono sempre stati pazzeschi e senza sosta. Cosa ci dobbiamo aspettare a sto giro?

Nulla di nuovo, live di 15 minuti, senza sosta. Non amiamo abbandonare le vecchie abitudini.

4) Progetti per il futuro, oltre che conquistare il mondo con il lato oscuro?

Tour indubbiamente, ci manca da morire salire su un furgone, e magari anche un nuovo disco. Abbiamo qualche data in giro per l’italia fino a giugno e a settembre qualche piano per l’europa.

domenica 29 maggio 2016

Labradors – The Great Maybe

Il nuovo disco dei Labradors comincia in maniera delicata, quasi sottovoce con una chitarra acustica e un violino che ti accolgono nel modo giusto, ti coccolano per benino, ti prendono per mano e ti accompagnano all’inizio di questo “The Great Maybe”.  Il ritmo cambia subito con la title track tirata al punto giusto e dal piglio powerpop che contraddistingue ormai da anni il trio lombardo. Jasmine ci fa muovere il piedino e la testa su e giù seguendo il suo ritmo quasi 60’s mentre Mario con la sua atmosfera soffusa, distesa e un po’ samba ci porta lontano facendo viaggiare la nostra mente per qualche minuto. Il piglio ritorna sostenuto e si canta col sorriso stampato in faccia con le melodiche Terrible Friend e Big Sure a chiudere il lato A. Giriamo lato e incontriamo le mie preferite, ovvero All I Have Is My Heart con un riff di chitarra che ti si appiccica subito addosso e la bellissima Paws arricchita da una voce femminile che accompagna la voce principale. Ci conducono magistralmente verso la fine la rockeggiante Strange Love, la pop-song Someone Else e la camaleontica Tearing Up The Globe.
Gli arrangiamenti delle canzoni sono sempre curatissimi, gli strumenti sono suonati e inseriti con cura, ogni cosa risulta essere al suo posto e il cantato in lingua inglese è perfetto. Se avrete l’occasione di conoscerli, scoprirete che i tre Labradors sono delle persone squisite e nelle loro canzoni questo si sente. 
Questo bellissimo vinilone è fuore grazie alle italiane To Lose La Track, Il Verso del Cinghiale, Neat Is Murder e Flying Kids Records e dentro ci trovate pure un comodo cd per ascoltarlo in auto quando andate in giro. Sarà la colonna sonora giusta per i vostri viaggi, non lasciatevelo scappare!

Tracklist:

Side A
1)    I Won’t Let Anyone Hurt You
2)    The Great Maybe
3)    Jasmine
4)    Mario
5)    Terrible Friend
6)    Big Sure

Side B
7)    All I Have Is My Heart
8)    Paws
9)    Strange Love
10) Someone Else
11) Tearing Up The Globe

mercoledì 4 maggio 2016

Montana / Ornitorrincos – Split

Questo split 12” gira senza ritegno nel mio giradischi e non vuole ormai più fermarsi da quando mi è arrivato. Punk-Rock suonato come si deve, la giusta attitudine nel comporre canzoni, delle voci ruvide e dei ritmi indiavolati fanno di questo disco, condiviso tra i nostri Montana e i brasiliani Ornitorrincos una chicca da avere per tutti gli appassionati del genere. Il quartetto di Fano, dopo il bellissimo “Spergiuro” uscito l’anno scorso, torna alla grande con questa collaborazione nata dopo anni di amicizia con la band del Sud America. L’amicizia tra i due gruppi c’è e si sente davvero. Quattro pezzi a testi, di cui una cover per entrambi le band. Sul lato A troviamo i nostri che ci danno dentro con tre pezzi inediti tiratissimi e urlati dalla bellisma voce di Francesco, anima della band. Il primo brano “Tanto al chilo”, ci introduce bene ai ritmi e alle sonorità che andremo ad ascoltare all’interno del disco. “La scelta dell’imbarazzo” e “La fuga del re” sono due cavalcate folli e stupende, accompagnati da riffettoni paura. A conclusione del lato troviamo una bellissima versione di “Cervello” dei mitici Fichissimi. Grazie di cuore, che goduria. Sul lato B gli amici brasiliani ci pestano per benino con tre pezzi propri e la cover di “Inverno” degli Scream Noise. Il mio pezzo pezzo preferito loro è in assoluto la fantastica “Registros de una escena punk”, una carica che sale lenta ed inesorabile fino a scoppiare in un canto strillato e in un riff che si fa psichedelico. Ad accompagnare il tutto ci sono le bellissime grafiche di Elvira Pagliuca. Questo split è fuori grazie a due etichette francesi Crapoulet Records, No Glory Records e all’italiana Annoyng Records.

Tracklist:

Side A
1. Montana – Tanto al chilo
2. Montana – La scelta dell’imbarazzo
3. Montana – La fuga del re
4. Montana – Cervello (I Fichissimi)
Side B
1. Ornitorrincos – La distancia
2. Ornitorrincos – Vacaciones en Nueva Delhi
3. Ornitorrincos – Registros de una escena punk
5. Ornitorrincos – Inverno (Scream Noise)

venerdì 22 aprile 2016

Riccobellis – Brixia Caput Mundi

Questo sette pollici trasparente esce in memoria dell’amico Paco Rufus, chitarrista del gruppo Flamin Guays e assoluto protagonista della scena musicale alternativa spagnola, prematuramente scomparso nel dicembre del 2015. Il 45 giri contiene due cover, magistralmente riarrangiate e suonate dai Riccobellis, paladini del punk-rock di Brescia. I pezzi qui proposti sono la splendida “Poison Heart” scritta da Dee Dee Ramone e la potente “Historia Triste” degli Eskorbuto, gruppo punk-hardcore basco attivo tra gli anni ottanta e i primi novanta. Migliore omaggio non poteva essere fatto.
Il trio bresciano ormai è una macchina rodata che viaggia benone sulla direttiva del punk-rock di scuola Ramones da parecchi anni. Brixia Caput Mundi è fuori in edizione limitata a sole 44 copie grazie alla passione di Fabio, boss della rinata Making Believe Records. Noi ne siamo davvero felici. Quindi, come non approfittarne? Ordinate al volo le ultime copie che sono rimaste. Legio Riccobellis Caput Mundi.

Tracklist:

Side A – Poison Heart
Side B – Historia Triste